Vacanze e pagamenti all’estero: come risparmiare?

pagamenti all'estero

Vi siete mai chiesti quanto spendete per pagare all’estero? Si può risparmiare?

Nell’organizzazione di una vacanza low cost pensiamo sempre a quanto risparmiare nella prenotazione, ma perdiamo di vista un’altro elemento: i costi sul posto.

Molto spesso infatti non ci rendiamo conto di quanto sia facile finire per spendere più del dovuto e la cosa ci risulta evidente soprattutto quando rientrando a casa controlliamo l’estratto conto bancario.

In vacanza in genere si tende a portare poco contante con se e ad utilizzare molto di frequente carte e bancomat. Ad esempio sfugge spesso a tutti che il prelievo all’estero ha costi piuttosto elevati e per prelevare qualche centinaio di euro in contanti ad uno sportello ci si potrebbe veder addebitare una commissione anche di 9€. Spesso è meglio pagare con il bancomat dato che i circuiti sono all’incirca gli stessi ovunque, ma dovete ricordarvi, se andate in un paese ad di fuori dell’Europa di farvi attivare il bancomat per i pagamenti all’estero.

Comunque prima di partire per un viaggio guardate sempre le condizioni di carte di credito e bancomat e calcolate da subito quale è il pagamento più conveniente per voi, in questo modo non vi vedrete lievitare i costi di viaggio al rientro.

Un aiuto viene anche dal mondo App. Ad esempio potreste trovare utile l’app Gifi: con questa applicazione, inserendo il vostro numero di Iban, potreste trasferire facilmente contanti ai vostri contatti telefonici.Una versione piuttosto moderna della vecchia pubblicità dei “Paguri” per chi se la ricorda: i ragazzi in vacanza che rimanevano senza una lira e chiedevano a casa i genitori di ricaricare la loro carta ricaricabile. In questo modo i genitori potrebbero ad esempio ricaricare il conto bancario dei figli in vacanza o altro in pochi secondi e soprattutto senza nessun costo nel trasferimento.

Ritornando comunque ai pagamenti, da vari studi sembra che i pagamenti all’estero più convenienti si abbiano utilizzando una carta di debito internazionale associata ad un conto web. Sembra proprio che prelevare con un bancomat internazionale di una banca tradizionale o di una banca online sia piuttosto diverso ed il peso dell’addebito piuttosto ingente, insomma non il doppio ma quasi.

Anche il prelievo con carta di credito non è particolarmente conveniente. Considerate inoltre che, anche se avete l’abitudine di prelevare più volte piccole cifre, risparmierete di più prelevando un’unica volta un importo più alto. Se decidete invece di strisciare ogni volta che dovete pagare la cosa è ben diversa se vi trovate in Europa oppure no. Strisciare in paesi dell’Unione è praticamente sempre gratuito sia con carta che con bancomat. Il problema è allontanarsi dall’area euro. In questo caso a seconda delle commissioni applicate dalle vostre banche potrebbe essere più economico il pagamento con carta per piccoli acquisti o il pagamento con bancomat per grandi spese…Complicato? Sì sicuramente, ma è un calcolo assolutamente indispensabile se decidete di partire e mantenere le vostre spese sotto un determinato livello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *