Cosa fare un week end a Parigi?

Avete sognato per anni un viaggio a Parigi e ora vi ritrovate a poter andare, ma avete pochi giorni.

Cosa fare in così poco tempo a Parigi? Un week end basta per vedere tutto? Tutto no, ma il più possibile assolutamente si.

Potete organizzarvi per visitare la città di Parigi in modo da gustarvi la capitale francese tanto vitale e frizzante, capitale della moda e della buona cucina, e magari farvi venire voglia di progettare una nuova vacanza a Parigi nell’immediato futuro per approfondirne la conoscenza.

Fatevi a questo punto un piccolo itinerario con ciò che dovete vedere in modo da organizzarvi il tempo il più possibile e non avere tempi morti…che non sono amici di un week end in una capitale europea.

Ma allora, cosa vedere in un week end a Parigi?

1– Tour Eiffel. Con la metropolitana scendete a Trocadero e dall’alto della collina ammirate la Tour Eiffel ed il suo parco. A molti piace altri la detestano, rimane il fatto che rappresenta il simbolo di Parigi e non potete non includerla nel vostro tour turistico. Decidete se salire oppure no, la fila è sicuramente molta soprattutto il sabato e la domenica, quindi se riuscite andate di venerdi in orari non di punta ed eviterete un pò di caos. Personalmente ho preferito la visita notturna ed ho evitato ore di coda.Se andate di giorno, dalla tour Eiffel potete spostarvi a Les Invalides che distano circa un chilometro, raggiungibili quindi anche a piedi. Il complesso fu edificato nel XVII secolo e al suo interno ospita la tomba di Napoleone

2- Champs Elysées. Non c’è dubbioo che il periodo migliore per visitarli sia sotto Natale, ma tutto l’anno comunque attraggono turisti a non finire con la loro ampiezza ed il loro ordine. Lungo i marciapiedi troverete una infinità di locali e soprattutto negozi, ma si tratta prevalentemente di grandi firme che per la maggior parte dei turisti significano “guardare e non toccare”.

3- Arco di Trionfo. Nella parte alta, la porta vera e propria degli Champs Elysées è visivamente costituita dall’arco di trionfo. Lo segnalo soprattutto perchè non molti considerano che su questo monumento si può salire, con molta meno fila che sulla tour Eiffel. Si sta molto più in basso, ma se si va al tramonto, si può godere di una meravigliosa vista sia sulla tour Eiffel illuminata che sugli Champs Elysees.

louvre-museum-paris4- Louvre. Il museo più visitato al mondo che gode, oltre questo, anche della fama cinematografica di alcuni film moderni. Non può mancare una fotografia di fronte alla piramide di vetro, e, sinceramente non potete non entrare. Il problema principale è che ill Louvre è così ampio che in una giornata intera potreste perdervi comunque qualcosa e voi non avete tutto questo tempo da dedicarci (almeno questa volta), quindi, se volete entrare, guardate prima di partire la suddivisione del museo e scegliete l’area o le aree che più vi interessano e dedicatevi solo a quelle.

museo-dOrsay5- Museo d’Orsay. Forse non avrete tempo per tanta cultura, ma anche il museo d’Orsay merita considerazione. La gente lo sa ed in effetti anche quì la coda all’ingresso è sempre consistente. A differenza del Louvre, il Museo d’Orsay contiene una infinità di opere che garantiscono una panoramica unica sull’arte della seconda metà del XIX sec con autori quali Manet, Pissarro, Monet, Cézanne, Gauguin e molti altri.

6- Beaubourg Quartiere che rappresenta simbolicamente la rinascita moderna della città. Il quartiere si sviluppa intorno al modernissimo e spettacolare edificio del Centre Pompidou realizzato da Renzo Piano che ospita il Museo di Arte Moderna di Parigi.

notredameparigi7- Lungosenna e Notre Dame. Una passeggiata lungo la Senna ammirando le piccole botteghe dei bouquiniste vi farà respirare un pò di sana aria francese e vi porterà verso un altro simbolo di Parigi: Notre Dame.

8- Montmartre. Stupendo quartiere vivo di botteghe e artisti di strada, forse tra i quartieri turistici di Parigi è quì che si sente e si vede di più la tipica atmosfera parigina. Bello per la sera, può essere raggiunto al tramonto per una passeggiata tra i negozi o per farsi fare un ritratto tra i vari pittori di strada. Più tardi potete invece scegliere uno dei tanti localini per trascorrere la serata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *